Oro oggi

Oro -10$ con i dati positivi sull'occupazione americana

Il prezzo dell’oro è caduto di 10$ in 30 minuti venerdì, con i dati sull’occupazione americana che hanno superato le aspettative ed il maggiore aumento annuale degli stipendi da gennaio 2009. 
 
La Bank of Japan, in controtendenza con le generali vendite dei titoli di Stato da parte delle altre Banche Centrali, per la prima volta in oltre sei mesi ha acquistato i Japanese Government Bond, come tentativo di porre un freno ai rendimenti a lungo termine.
 
Reuters ha definito l’intervento “una dimostrazione di forza nel ridirezionare il mercato”.
 
L’aumento dei prezzi dei JGB ha avuto un effetto limitato, riducendone il rendimento a dieci anni solo dello 0,005% per una percentuale finale di 0,90%.
 
I dati dell’ Ufficio di statistica del lavoro americano mostrano 200mila buste paga in più a gennaio, con una retribuzione all’ora in rialzo del 2,9% rispetto a gennaio 2017. 
 
Secondo Jonathan Butler di Mitsubishi “i tre aumenti del tasso d’interesse dettati dalla Federal Reserve sono già ridimensionati dalla realtà del mercato, ed una politica ancora più aggressiva potrebbe danneggiare l’oro”.
 
“Crediamo che il nuovo presidente della Fed, Jerome Powell, non sarà propenso ad accelerare i tempi nell’aumento del tasso d’interesse”.
 
“Nel tentativo di stimolare l’inflazione, la Fed rischia di sabotare l’aumento del tasso d’interesse se viene a mancare la fiducia nell’economia”.
 
Le materie prime non hano registrato cambiamenti venerdì mattina, ma le Borse asiatiche sono generalmente scivolate, mentre le equity europee sono cadute con i titoli di Stato, spingendo in alto i rendimenti a lungo termine. 
 
I titoli di Stato dell’ Eurozona sono scivolati per la sesta volta in sette giorni di scambi. Questo ha spinto il rendimento dei Bund tedeschi a dieci anni allo 0,73%, percentuale più alta da agosto 2015.
 
I titoli di Stato americani continuano ad offrire rendimenti record da aprile 2014, quasi il 2,8% gli interessi a dieci anni. 
 
 
“Nonostante la politica monetaria americana, il rendimento in rialzo dei titoli di Stato e le borse in rialzo verso valori record, il prezzo dell’oro è resistito ed è anche aumentato”, riporta l’ultima nota mensile di Scotia Mocatta.
 
“Non credo che i rendimenti dei titoli di Stato americani abbiano mai toccato il fondo; la mia previsione è che quelli a dieci anni cadranno sotto lo zero”, osserva Albert Edwards di Societe Generale nell’ultima nota Global Strategy. 
 
Il livello critico, secondo SocGen, sarebbe il 3%, non il 2,6% calcolato in precedenza. 
 
Il Nikkei, in un resoconto del meeting di fine gennaio della Bank of Japan, riporta:”La Banca Centrale giapponese comincia ad affrontare dello scetticismo al suo interno”. 
 
Il presidente della BoJ Haruhiko Kuroda ha infatti dichiarato : ”c’è stato poco dibattito sulla riduzione della politica di alleggerimento quantitativo, ma almeno due membri del consiglio di amministrazione premono per un cambiamento”. 
 
Il prezzo dell’ oro in yen ha mantenuto il recupero dopo la caduta delle ultime quattro settimane, con un guadagno dello 0,5% nel 2018 fino ad oggi, per un valore di 4.737¥/grammo. 
Attachments: 

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento