Oro oggi

L'oro ritrova supporto, ma è limitato dall'ottimismo sull'economia

Il prezzo dell'oro è sceso di oltre 10$ l'oncia dal massimo di una settimana di ieri, ma si è mantenuto in carreggiata per un piccolo aumento settimanale in dollari, mentre i mercati azionari globali sono saliti per la prima volta in 3 sessioni sulla speranza rianimata di un accordo commerciale USA-Cina.
 
"Le prospettive sono piuttosto buone", ha indicato il consigliere della Casa Bianca Larry Kudlow ieri sera, facendo un passo indietro rispetto ai commenti più aggressivi di questa settimana del presidente Trump.
 
"Non è ancora stato fatto, ma ci sono stati progressi molto buoni."
 
Con prezzi dell'oro a 1.465$ - circa 20$ sopra i minimi di tre mesi di martedì - "Oserei dire potrebbe esserci supporto intorno ai 1.445-50$", suggerisce una nota commerciale di MKS Pamp.
 
"Tuttavia, è probabile che il metallo rimanga limitato nel breve periodo".
 
Anche in euro l'oro ha anche registrato un piccolo guadagno settimanale, scambiando +5€ a 1.329€/oncia, mentre il prezzo dell'oro nel Regno Unito ha perso 4£ a 1.138£/oncia.
 
L'oro a Shanghai ha visto la chiusura settimanale più bassa dall'inizio di agosto, -7,7% al di sotto del picco di 7 anni in yuan a settembre.
 
La narrativaè cambiata da "recessione o no" a "ripresa ciclica", afferma una nota di ScotiaBank, indicando que questo fattore costituisce una pressione sull'oro dopo l'impennata dell'estate.
 
L'oro è stato attivamente incluso nel "paniere della recessione" da luglio a settembre, afferma Scotia, "a fianco dei Treasury statunitensi e di altri paradisi FX come [lo yen giapponese], sia come copertura commerciale che riparo dalla politica monetaria.
 
"Queste operazioni cautelari si sono accumulate, in linea il picco della paura per una recessione", continua lo stratega di Scotia Nicky Shiels.
 
 
Un ulteriore sell-off degli investitori dell'estate 2019 "dipende dal fatto che ci sia una credibile prima fase di accordo commerciale", conclude Scotia.
 
"Ciò che pesa sull'oro", ribatte l'analista della banca australiana ANZ Daniel Hynes "è la posizione da falco della Fed che dice che i tagli dei tassi sono in sospeso per ora.
 
[Ma] a lungo termine, lo scenario è piuttosto favorevole. Con le banche centrali globali accomodanti, l'oro otterrà supporto".
 
Il presidente della Fed degli Stati Uniti Jerome Powell questa settimana ha dichiarato al Congresso che i suoi 3 tagli ai tassi già nel 2019 aiuteranno l'economia a crescere, senza bisogno di ulteriori tagli.
 
Le azioni bancarie europee sono scese nel frattempo venerdì, nonostante un aumento dei mercati azionari più ampi, dopo che il ministro delle finanze tedesco Olaf Scholz ha dichiarato che un accordo sindacale bancario in Europa - progettato dal 2012 per porre la vigilanza finanziaria sotto un unico regime, piuttosto che sotto regolatori nazionali - potrebbe accadere già il prossimo mese.
 
Nel Regno Unito, le principali azioni di telecomunicazioni sono crollate dopo che il partito laburista dell'opposizione ha dichiarato che nazionalizzerà parte del quasi monopolio BT (ex-British Telecom) e fornirà la connessione a banda larga superveloce gratuita a tutte le abitazioni nazionali se vincerà le elezioni del mese prossimo.
 
BT ha affermato che il piano costerebbe 5 volte di più della stima fatta dai Labour.
 
Il primo ministro conservatore Boris Johnson, che oggi si è pronunciato sul programma economico dei Laburisti il quale include ora una settimana lavorativa di 4 giorni e la rinazionalizzazione delle principali utenze, ma senza una ferma posizione sulla Brexit, e l'ha definito: "assolutamente terrificante ... davvero spaventoso, disastroso per questo nazione."
 
L'accesso gratuito a Internet, affermano i Laburisti, farebbe risparmiare al cittadino medio oltre 360£ all'anno (€420) - circa l'1,2% del reddito medio.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento