Oro oggi

L'oro rimbalza, scende il dollaro dopo il deludente dato sui Non-Farm payroll dell'agenzia ADP

Il prezzo dell'oro è sceso sotto i 1.280$/oz durante gli scambi di mercoledì mattina a Londra, in ribasso di oltre il 2% rispetto al picco di 18 mesi di lunedì. 
 
Successivamente il metallo ha recuperato oltre 10$/oz dopo l'annuncio del più basso dato occupazionale sui Non-Farm Payroll dal mese di gennaio del 2014. 
 
I mercati azionari mondiali sono andati al ribasso nuovamente. 
 
Il dollaro non ha saputo fare meglio, andando al ribasso nel mercato delle valute, perdendo sia contro lo yen giapponese che contro l'euro. 
 
Il cambio dollaro/euro ha toccato il minimo di 9 mesi. 
 
Il prezzo dell'oro in euro è stato di 1.110€/oz, in rialzo dello 0,8% dopo la pubblicazione dei dati occupazionali americani da parte dell'agenzia privata ADP che ha mostrato il dato minimo di 26 mesi con soli 156.000 nuovi posti di lavoro creati, in forte ribasso (-40.000 posti di lavoro) rispetto al dato minimo atteso dagli analisti di 196.000. 
 
L'argento si è comportato come l'oro, scendendo vicino al minimo di una settimana al di sotto di 17,20$/oz, in ribasso di quasi il 5% dal massimo di 16 mesi di lunedì, per poi risalire intorno ai 17,40$/oz alla pubblicazione dei dati occupazionali americani.
 
"I segnali che il rally dell'oro è andato troppo in là e lo ha fatto troppo velocemente sono aumentati sia di numero che di intensità", ha affermato Tom Kendall, analista della banca ICBC Standard Bank.
 
Se si considera la domanda di oro proveniente dall'Asia, "il mercato indiano rimane deludente", ha concluso Kendall.
 
"L'hedging da parte delle aziende aurifere hanno raggiunto i livelli del 2009 nel primo trimestre del 2016", secondo quanto affermato dagli analisti della Thomson reuters GFMS.
 
"Alcune vendite volte a tagliare le perdite o a monetizzare i profitti da parte di investitori e speculatori ha fatto si che l'oro non sia riuscito a tenere sopra il livello di 1.300$/oz", ha affermato David Govett della Marex Spectron.
 
"Senza nuovi stimoli...l'oro troverà difficoltà nel continuare il suo percorso rialzista", ha concluso Govett.
 
Il nuovo indice dell'oro a Shanghai ha fissato il prezzo a 2,35$/oz oltre il prezzo internazionale ufficiale annunciato a Londra nel primo pomeriggio.
 
"L'incremento dei prezzi dell'oro incideranno negativamente sulla domanda proveniente dall'India", afferma Bloomberg. 
 
La domanda di oro nel mese di aprile è diminuita di due terzi rispetto alla domanda nello stesso mese del 2015, secondo nuovi dati pubblicati dall'azienda MMTC (partner della compagnia Pamp), in ribasso di 20 tonnellate.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento