Oro oggi

L'oro perde il 2,5% dal picco di sei anni di ieri

Il prezzo dell’oro ha esteso il calo dai nuovi massimi di 6 anni di ieri con un -2,5% a Londra, retrocedendo a 1.402$ l'oncia mentre il dollaro è rimbalzato sul mercato valutario.
   
L'aumento del 10,4% dei prezzi dell'oro di questo mese - il quinto più forte dell'ultimo decennio - ha visto un aumento delle vendite di oro di scarto, secondo il rivenditore di New York Empire Gold, ai massimi dal picco di 1.900 dollari l'oncia nel 2011.   
 
Il buyer di oro statunitense Cash4Gold ha goduto di questo successo dieci anni fa, sponsorizzato da un annuncio televisivo a metà tempo durante il Superbowl 2009.   
 
Il gigante GLD ieri si è ritirato dopo le vendite degli investitori, appena sotto le 800 tonnellate e con 2 tonnellate in meno a sostenere le sue azioni in circolazione dopo il picco della settimana scorsa.  
 
I mercati azionari asiatici sono crollati, seguendo Wall Street al ribasso, mentre i titoli azionari europei sono rimasti stazionari dopo 3 giorni di perdite.   
 
Nonostante la chiusura della scorsa settimana - e nonostante la Federal Reserve statunitense non abbia tagliato i tassi, scegliendo di "insistere, come un bambino testardo, quando invece abbiamo bisogno di tagli e allentamenti dei tassi" a detta del presidente Donald Trump - l'indice S&P500 è rimasto in pista mercoledì per l'ottavo aumento mensile più forte dell'ultimo decennio, in aumento del 6,0% rispetto alla fine di maggio.
 
Nel frattempo Trump ha minacciato l'Iran - il quinto produttore mondiale di petrolio - di " obliterarlo" per il terzo giorno consecutivo, rispondendo al leader di Teheran Ali Khamenei che l’ha additato come "oltraggioso e idiota ... afflitto da un disturbo mentale".   
 
Il greggio è salito di quasi il 2%, brevemente sopra i 59$ al barile del benchmark statunitense WTI per la prima volta questo mese e guadagnando il 15,6% dai minimi a 5 mesi di metà giugno.  
 
 I rendimenti dei titoli del Tesoro USA decennali sono aumentati di nuovo al di sopra del 2,00% - il tasso di interesse più basso offerto agli investitori da quando Donald Trump ha vinto la Casa Bianca nel novembre 2016 - mentre i prezzi delle obbligazioni si sono ritirati insieme all'oro.
 
 
L'impennata dei prezzi dell'oro "è una combinazione del cambiamento nelle politiche delle banche centrali, non solo della Fed ma a livello globale, oltre a un mix di rischi commerciali e geopolitici", afferma James Steel, analista della banca HSBC. 
  
Dopo che la Norvegia la scorsa settimana è stata la seconda banca centrale questo mese ad aumentare anziché mantenere o tagliare i tassi di interesse, l'Islanda oggi ha tagliato il suo tasso chiave al nuovo minimo storico del 3,75%.   
 
Le scommesse di un mantenimento del tasso chiave della Fed il suo tasso di interesse chiave all'attuale massimale del 2,5% è sceso dall’80% delle probabilità a zero nell'ultimo mese, secondo i dati compilati dal CME.   
 
Le scommesse sulla riunione della Fed di dicembre ora vedono 2/3 di probabilità che i tassi concluderanno il 2019 sotto l'1,75%. 
 
Dopo che i nuovi dati statunitensi hanno mostrato un brusco e sorprendente calo delle vendite di nuove case martedì, i dati di oggi hanno indicato detto che gli ordini di beni durevoli si sono ridotti dell'1,3% il mese scorso, guidati da un calo degli ordini di autoveicoli.
 
Il rapporto tra il debito pubblico e il PIL in Italia, la terza più grande economia dell’UE, è stato nel frattempo rivisto fino al 4,1% per il primo trimestre, superando il limite dell'Unione europea per i deficit degli Stati membri.
 
L’ Istat ha indicato la settimana scorsa che c’è una probabilità del 65% di crescita del PIL negativa nel secondo trimestre.
 
Dopo aver ripetutamente respinto i politici italiani che volevano vendere, affittare o utilizzare l'oro della Banca d'Italia come garanzia per ottenere prestiti, la Banca Centrale Europea ha indicato lunedì che non può decidere sul "concetto di proprietà ... [ma solo] sulla gestione delle riserve" in risposta a un disegno di legge presentato dal politico della Lega Claudio Borghi.
 
Borghi ha detto a febbraio che "Non vogliamo vendere un grammo di oro", ma solo stabilire che la proprietà dell’oro è del popolo italiano, piuttosto che di BankItalia.
 
Nel frattempo a Londra, il governatore della Bank of England Mark Carney espresso dubbi sull’ultima dichiarazione di Boris Johnson, secondo cui le regole del GATT24 potrebbero far continuare il commercio senza tariffe tra il Regno Unito e gli stati dell'Unione Europea dopo laBrexit, attualmente fissata per il 31 ottobre.
 
L'oro in sterline per oncia oggi si è attestato all'1,5% sotto il nuovo picco di 7 anni di ieri a 1.129£, mentre in euro l’oro ha perso 20€/oncia dal picco di ieri di 1.259€.
Attachments: 

Adrian E. Ash è a capo del Reparto di Ricerca presso BullionVault, il più grande servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento