Oro oggi

L’India continua la sua politica restrittiva sull’ oro nonostante il Ministro del Commercio Anand Sharma ne auspichi un’attenuazione

“Le restrizioni all’import di oro, in India, devono essere riviste per poter soddisfare la domanda dell’industria per la produzione di gioielli”, ha affermato martedì il Ministro del Commercio indiano.

Fonti attendibili affermano che i funzionari doganali stiano riducendo la fornitura ordinando sequestri di scorte di oro con il fine di scoraggiare il contrabbando, quest’ultima fonte di paura da parte del Ministro.

“Dobbiamo assicurare un’adeguata disponibilità di oro per l’industria dei gioielli. E’ un settore molto importante del nostro export e dobbiamo fare in modo di avere un giusto equilibrio. Una sovraregolamentazione porterebbe ad un altro problema...di contrabbando”, riferisce Anand Sharma ai giornalisti.

Surendra Mehta, segretaria generale dell’associazione indiana della India Bullion & Jewellers Association  (l’associazione che rappresenta il mercato dei lingotti d’oro e degli operatori del mercato), ha affermato che “i funzionari doganali del Governo stanno eseguendo controlli e  sequestrando oro in diverse zone” nel tentativo di “riconciliare” il numero dei lingotti di oro tenuti dai grossisti con la piccola quantità consentita per l’import dalla restrittiva legislazione dello Stato.

Attraverso lo sciopero di lunedì 10 marzo, con la collaborazione della Bullion Association di Mumbai, degli oltre 1.200 operatori del settore ed altre organizzazioni che la Mehta rappresenta, quest’ultima ha richiesto la fine dei controlli e dei sequesti ed un affievolimento della regolamentazione anti import.

L’india, in passato nazione numero uno per il consumo di oro al mondo, non ha miniere interne di produzione.

Il deficit nel commercio ha portato il suo Governo, nel luglio del 2013, a proibire l’import di oro, di fatto, attraverso la regola dell’80/20, in funzione della quale il 20% dell’import deve essere riesportato prima che l’80% venga rilasciato dal deposito dell’aereoporto o del porto.

In virtù di questa regola, il contrabbando si è incrementato, aggiungendo all’attuale deficit una percentule del 20%, equivalente a 45 miliardi di dollari negli ultimi 12 mesi.

L’import di oro nel Gujarat, stato benestante situato nella parte nord ovest della nazione ed attualmente governato dal primo ministro Nareandra Modi, è diminuito raggiungendo il livello più basso dall’inizio della crisi globale del 2009 che ha dato il via al primo flusso in uscita del metallo dall’inizio della grande depressione, secondo i dati mostrati questa settimana.

La compagnia Gujarat State Export Cargo Ltd, che offre servizi di trasporto per importatori ed esportatori,  afferma che tra l’aprile del 2013 ed il febbraio del 2014, l’aeroporto di Ahmedabad ha visto transitare il 40% in meno di oro (circa 87 tonnellate) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Tuttavia, a livello nazionale, dati ufficiali mostrati dalla banca australiana Macquarie affermano che l’import di 35 tonnellate di lingotti pari ad un valore di 1.4 miliardi di dollari del 2014, sono “ampiamente in linea con le stime degli scambi...e i dati più alti da luglio a questa parte”, quando la regola dell’80/20 è stata imposta.

Il dirigente del partito del Congresso sembra destinato a perdere le elezioni a vantaggio del partito nazionalista Hindu BJP di Modi per le elezioni di maggio.

Modi ha sostenuto il settore dell’industria dell’oro lo scorso settembre, da quando i ministri di governo hanno ripetutamente avvertito la necessità di un riesame della normativa restrittiva e portare i tassi di interesse sui lingotti d’oro al 10%.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento