Oro oggi

I prezzi dell'oro mancano di convinzione

 
I prezzi dell’oro sono saliti fino al livello di $1285 durante la sessione della mattina del mercato dell’oro fisico di Londra, rimbalzando dopo aver toccato un nuovo minimo di tre settimane a $1277 all’oncia, mentre nuovi dati dagli Stati Uniti indicavano che il sentiment delle piccole imprese è crollato pesantemente durante il mese di ottobre.
 
Le analisi tecniche sul grafico dell’oro eseguite da Axel Rudolph di Commerzbank indicano comunque che “una scivolata al di sotto del livello di supporto di $127,16 non potrà che confermare le nostri previsioni ribassiste”, si legge in una nota di oggi.
 
“Potenzialmente potremmo vedere il prezzo dell’oro raggiungere livelli dagli $850 ai $1000 all’oncia” commenta Bernard Dahdah, analista del dipartimento per i metalli preziosi nella banca francese Natixis. “Ma sarebbe uno scenario molto molto ribassista.”
 
Quotazioni dell’oro così basse potrebbero causare un’onda di nuove vendite forward da parte delle aziende minerarie, ha commentato la banca d’investimento francese BNP Paribas, ricordando la fine degli anni ’90, quando le aziende minerarie tentarono di bloccare i prezzi del momento per timore di ulteriori perdite nel futuro.
 
“I produttori, le cui azioni non hanno performato bene nell’ultimo periodo” nota il team dedicato alle materie prime di BNP, “potrebbero iniziare e/o accelerare le strategie di hedging, nel caso in cui ci si avvicinasse al livello simbolico dei $1000, aggiungendo fornitura sul mercato e quindi mettendo i prezzi sotto ulteriore pressione ribassista.”
 
Se i prezzi dell’oro cadessero al di sotto del livello di $1000, ha dichiarato Jim Rogers, manager di fondi di investimento e autore, intervistato la scorsa settimana alla televisione indiana ET Now, “Spero di essere abbastanza furbo da comprarne ancora.”
 
Spiegando perché non sta comprando oro al momento, “È salito per dodici anni di fila, che è molto insolito per qualsiasi investimento” ha dichiarato Rogers. “E ovviamente l’India sta facendo quanto possibile per demolire il mercato dell’oro.”
 
La festività del Diwali, che si è svolta questo mese, ha subito un crollo degli acquisti di oro di oltre un terzo rispetto al 2012, secondo i rivenditori al dettaglio, grazie alla mancanza di fornitura di metallo causata alle leggi anti importazione del governo indiano.
 
Nonostante un ulteriore calo dei prezzi dell’oro del 3% avvenuto nei mercati ufficiali fino a martedì, “Non ci sono segnali forti di una crescita della domanda di oro fisico” ha commentato un dealer in Asia.
 
“L’oro chiaramente manca di convinzione sul lato rialzista” ha commentato un altro dealer.
 
“Visto che i mercati azionari stanno performando bene” concorda l’ultima edizione di Metals Matters di Scotiabank, “e visto che l’economia globale sembra essere più stabile, la domanda di oro da investimento potrebbe anche rimanere limitata.”
 
“L’effetto potrebbe essere che il prezzo stenterà a salire.”

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento