Oro oggi

I prezzi dell'oro e dell'argento estendono la tendenza al rialzo con un altro guadagno medio annuale

Venerdì i lingotti d'oro sono saliti per il secondo giorno consecutivo nel mercato di Londra, chiudendo il 2021 con un prezzo appena sotto i 1820 dollari l'oncia, mentre l'attività nel centro di stoccaggio e commercio globale del metallo prezioso chiude per il lungo weekend di Capodanno.

Il prezzo dell'oro di questa mattina ha segnato un calo del 3,9% in termini di dollari americani rispetto allo scorso 31 dicembre, data che ha rappresentato il primo ritiro annuale in 3 anni e il sesto calo annuale dei lingotti d'oro del 21° secolo finora.

Ma per tutto il 2021, l'asta di Londra delle 15:00 (il punto di riferimento riconosciuto a livello mondiale per il prezzo dell'oro, stabilito dal commercio di grandi lingotti di qualità garantita) ha registrato una media di un nuovo record assoluto sopra i 1798 dollari l'oncia, con un aumento dell'1,6% rispetto al 2020 ed estendendo la tendenza di fondo al rialzo per un sesto anno.

Oltre al primo calo dei prezzi dell’oro dal 2018, la fine di quest’anno vede anche i titoli del Tesoro americani andare verso il loro primo calo annuale dei prezzi in 3 venerdì, tenendo il rendimento offerto ai nuovi acquirenti del debito decennale all'1,50% annuo (percentuale in aumento dal minimo record di fine anno del 2020 dello 0,93%).

Tuttavia, l'inflazione è cresciuta molto più velocemente, presentando un'impennata al tasso del 6,9% annuo a novembre per i consumatori statunitensi sulla misura ufficiale dell'IPC - il più rapido aumento del costo della vita negli Stati Uniti dall'estate del 1982.

Di poco alterati rispetto a natale, i lingotti d'argento sono arrivati a 23,20 dollari l'oncia, in calo del 12,5% rispetto allo scorso Capodanno.

Come per l'oro, questo segna il primo calo di fine anno dell'argento dal 2018 e il più ripido dal 2015. Ma sempre come l'oro, il prezzo dell'argento nel corso dell'anno è salito nel 2021, seguendo il guadagno del 26,6% dell'anno scorso con un ulteriore aumento del 22,7% per mostrare la sua media annuale più alta dal 2013 sopra i 25 dollari per oncia ed estendendo la sua tendenza al rialzo per un terzo anno di seguito.

I mercati azionari globali sono rimasti nel frattempo piatti venerdì mattina, dopo essere scesi ieri rispetto al nuovo record di mercoledì sull'indice MSCI World e mostrando un guadagno del 20,3% per il 2021.

I prezzi delle materie prime sono scivolati, tagliando i solidi guadagni del 2021 dopo che il gigante del petrolio statunitense Exxon (NYSE: XOM) ha ricevuto 2 milioni di barili dalle riserve strategiche nazionali, nel tentativo di alleviare la crisi di approvvigionamento in corso.

Questo ha ancora lasciato il trading del greggio statunitense sopra i 76 dollari al barile, con una tendenza di oltre il 50% più alta dalla fine dello scorso anno, mentre i prezzi dell'energia hanno seguito la fase di crash della crisi del Covid con il loro più forte rally dal rimbalzo del 2009, seguito alla crisi finanziaria globale.

Il prezzo dell'oro nel Regno Unito ha chiuso oggi il 2021 con un calo del 2,4% rispetto all'anno scorso, a 1350 sterline l'oncia, dopo che la Banca d'Inghilterra è diventata la prima grande banca centrale ad aumentare il suo tasso di interesse chiave questo mese, anche se di soli 15 punti base allo 0,25%, mentre l'inflazione ha raggiunto il 5,1% sulla misura ufficiale dell'IPC del Regno Unito.

L'oro per gli investitori in euro, al contrario, è salito del 4,4% nel 2021, chiudendo il nuovo anno a 1607 euro per oncia, un nuovo massimo storico di fine anno.

 

Editing e traduzione a cura di Douglas Da Silva

Adrian E. Ash è a capo del Reparto di Ricerca presso BullionVault, il più grande servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento