Oro oggi

Aumentati gli scambi di oro a Londra, ma diminuita la circolazione di oro fisico nel 2017

Picco di quattro anni negli scambi di Londra mentre crescono le giacenze...

Gli scambi di oro nel mercato professionale di Londra sono saliti per valore e per volumi al picco di quattro anni nel 2017, ma la circolazione di metallo fisico attraverso il Regno Unito si è ridotta di un quarto, in diminuzione per il primo anno dal 2014, scrive Adrian Ash di BullionVault.

I dati della LBMA suggeriscono che le transazioni in oro eseguite tramite le cinque banche della città che si occupano di metalli preziosi sono aumentate del 6,1% l’anno scorso, totalizzando più di 5,3 miliardi di once.

Il valore di 6,7mila miliardi di dollari , +7%, rappresenta il picco dal 2013, e sfiora le stime più alte riguardanti la somma totale di tutte le estrazioni aurifere della storia.

In contrasto con gli scambii della City, la circolazione di oro fisico attraverso la Gran Bretagna è diminuita l’anno scorso del 24,6% se si considera il valore generale, e del 30,2% in sterline rispetto al picco di tre anni del 2016, secondo i dati dell’ HMRC (dipartimento governativo inglese per la riscossione delle imposte).

Trattandosi di un paese senza attività estrattiva, e con una domanda privata pari a zero in confronto con i maggiori consumatori mondiali, il Regno Unito si posiziona comunque al quarto posto per importazioni dopo la Svizzera, la Cina e l’India, ed al secondo posto per le esportazioni dopo la Svizzera.

Destinato quasi totalmente ai caveau professionali, l’oro importato dal Regno Unito nel 2017 è stato stimato in 851 tonnellate, -41,3% dal 2016.

Le esportazioni invece ammontano a 445 tonnellate, +9,7%.

Le entrate nette di oro sono quindi poco meno di 407 tonnellate, in diminuzione del 61,1% rispetto al record di sette anni del 2016.

Dati separati degli otto gestori di camere blindate professionali di Londra indicano una giacenza nei caveau di 7.827 tonnellate di oro in formato professionale, +2,2% rispetto al 2016, più 1,1 miliardo di once di argento. Questi dati, i più recenti disponibili, risalgono ad ottobre 2017.

Le giacenze di Londra equivalgono a due anni e cinque mesi di estrazione aurifera mondiale, e circa 15 mesi di estrazione d’ argento mondiale.

Due terzi delle giacenze indicate a Londra sono custoditi presso la Bank of England, principalmente per conto di altre banche centrali, ma anche per conto delle cinque banche commerciali che offrono transazioni in oro nella City.

La quantità totale di oro depositato presso la Banca Centrale inglese è di 5.282 tonnellate, +4% rispetto al 2016 e picco da agosto 2014.

Negli ultimi dieci anni, secondo i dati dell’HMRC le importazioni nette di oro nel Regno Unito sono di 2.003 tonnellate.

Questo equivale al 6,8% dell’attività estrattiva dell’oro degli ultimi dieci anni.

In proporzione, l’oro rappresenta il 5,2% di tutto il commercio inglese, regolarmente al quinto posto di tutti gli articoli scambiati ogni mese.

Dal 2008, gli altri stati europei hanno totalizzato il 49% di tutte le importazioni ed il 50,5% di tutte le esportazioni di oro.

Il Regno Unito ha totalizzato il 5,4% delle esportazioni e l’1,5% di tutte le importazioni nello stesso periodo.

Adrian E. Ash è Head of Research presso BullionVault, il maggior servizio di investimento in oro al mondo. Adrian ha pecedentemente ricoperto il ruolo di Editorial presso la Fleet Street Publications Ltd e di redattore economico dalla City di Londra per The Daily Reckoning; è un collaboratore regolare della rivista finanziaria per investimenti MoneyWeek. I suoi commenti sul mercato dell'oro sono stati pubblicati su Financial Times, Bloomberg e Der Stern in Germania e molte altre pubblicazioni.

Leggi tutti gli articoli di Adrian E. Ash.

Segui BullionVault

Facebook  Twitter

 

Domanda e offerta di oro e argento