Come comprare oro

Perché Comprare Oro

L'oro è un metodo sicuro e consolidato per conservare la propria ricchezza nei momenti di profonda crisi.

Chi acquista oro in anticipo rispetto a una crisi profonda, anche se lo fa con lo scopo di conservare il potere d'acquisto, si ritroverà con un capitale moltiplicato, perché sta inconsciamente anticipando la domanda.

L'utilità dell'oro#

L'oro ha un utilizzo industriale nel settore dentistico e dell'elettronica, che rimane però molto marginale. Le ragioni per le quali l'oro è diventato indispensabile in determinati momenti storici sono dovute alla principale qualità dell'oro: garantisce un approvvigionamento limitato e costante.

Quanto oro esiste?#

Nonostante le moderne tecnologie a disposizione, l'oro è molto difficile da trovare. In totale e da sempre, sono state estratte circa 160 mila tonnellate d'oro. Tale quantitativo è minore di quello che si possa ritenere. Tutto l'oro presente al mondo, se raggruppato in un cubo, non coprirebbe l'estensione di un campo da tennis, rimanendo in difetto di due metri.

L'oro viene estratto in una quantità di circa 2.600 tonnellate all'anno, quindi il totale sopra menzionato aumenta dell'1,6% all'anno. Il nuovo quantitativo estratto aggiunge il corrispondente di 11 centimetri al cubo d'oro che abbiamo immaginato sopra il campo da tennis.

Tutto l'oro del mondo sarà in grado di coprire per intero il campo da tennis quando la quantità d'oro estratto raggiungerà le 205 mila tonnellate, ovvero attorno al 2025.

205 mila tonnellate è all'incirca il totale della quantità estratta fino ad oggi (circa 160 mila tonnellate) sommata alla quantità d'oro non ancora estratta e di cui si conosce l'esistenza (circa 45 mila tonnellate).

Come viene utilizzato l'oro?#

L'oro rimane per lo più inutilizzato. Un quantitativo minimo trova uso nell'industria odontotecnica, e nell'elettronica, per le caratteristiche di malleabilità e conduttibilità del metallo.

Il 95% dell'oro è utilizzato come metodo per salvaguardare la ricchezza, sia in forma di lingotti o di prodotti di oreficeria. Quest'ultima è particolarmente utilizzata dai privati e sopratutto in India, la nazione con la maggiore richiesta d'oro.

Le riserve d'oro quindi hanno la caratteristica di non consumarsi e di aumentare a un passo molto lento, sopratutto se paragonato al quantitativo già estratto (l'1,6% all'anno). Questa caratteristica dell'oro, ovvero quella di crescere ad un ritmo così lento, è valida da circa 4.000 anni.

È quindi presente un quantitativo ampio e pressoché fisso d'oro, per la quasi totalità conservato come forma di ricchezza tangibile. Questa caratteristica è propria solo e soltanto dell'oro.

Al contrario di ciò che avviene per l'oro, la quantità di denaro presente sul mercato sta aumentando senza controllo. Per sostenere l'economia, le politiche monetarie moderne sono costrette ad ampliare la base di denaro circolante di almeno l'11% all'anno - dato vero per l'Euro, la valuta attualmente gestita in maniera più intransigente.

Date le circostanze, è ovvio che la rarità dell'oro lo renda sempre più appetibile per i risparmiatori, vista la funzione storica svolta dall'oro nei momenti in cui le forme di denaro artificiale circolano senza controllo. In tali momenti storici, l'oro rappresenta uno strumento per conservare ricchezza molto più affidabile delle valute. Proprio per il fatto che il quantitativo d'oro che viene estratto ogni anno è ridotto e stabile, non c'è nessun altro strumento che possa assolvere a questa funzione in maniera altrettanto efficace.

I momenti di crisi vedono inoltre un'aumento della domanda d'oro: chi possiede oro quindi non solo conserva il proprio capitale, ma ha pure le potenzialità per moltiplicarlo.

Oro: un mezzo di scambio#

Ecco una spiegazione, risalente all'epoca dell'Impero Romano, sul perché sia vitale avere un mezzo di scambio.

L'origine del mercato fu il baratto. Quando il denaro non esisteva, non c'erano termini per i quali il valore dei beni potesse essere stabilito con precisione. Ciascuno, a seconda dei propri bisogni e delle circostanze, scambiava dei beni che aveva in eccesso con beni diversi che non possedeva.

Tuttavia, accadeva molto di rado che i beni fossero disponibili per lo scambio esattamente nello stesso momento. Fu quindi pensato uno strumento per eliminare questa difficoltà.

Lo scambio è di vitale importanza per qualsiasi società e crea la necessità di uno strumento che permetta di conservare il valore acquisito al momento della cessione del bene, per comprare un altro bene in un secondo momento. Questo stumento deve essere omogeneo, costante nella forma e nella quantità. La maggior parte dei governi usa una valuta per rispondere a questa esigenza, e la maggior parte delle volte la valuta assolve a questo compito con efficacia.

Eppure in situazioni di crisi i governi stessi contravvengono alle proprie regole, e stampano più denaro. Per quanto riguarda l'oro, niente è paragonabile ad esso per omogeneità e costanza di approvvigionamento.

Gli antichi romani non furono gli unici a utilizzare l'oro come mezzo di scambio. Prima di loro lo fecero i greci, i persiani e gli egizi. Più di recente, l'impero spagnolo, quello francese, britannico e ottomano ebbero sistemi monetari basati sull'oro.

Il record dell'oro come denaro#

Eppure tutti i tentativi sopra citati di utilizzare l'oro come denaro sono falliti con il tempo, e l'oro ha smesso di circolare come normale mezzo di scambio. L'oro non è quindi l'unico denaro vero e stabile (come alcuni gold bug sostengono). È un fatto storico dimostrabile che l'oro come denaro corrente è stato utilizzato, ed è destinato ad scomparire e riapparire, a seconda delle circostanze economiche.

C'è però da fare un'importante distinzione sul perché le diverse forme monetarie perdono validità. Viste le sue qualità naturali, l'oro è considerato una forma di denaro di alto valore, e quindi risponde alla legge di Gresham, secondo la quale il denaro cattivo elimina dalla circolazione quello buono.

In effetti, avendo la possibilità di comprare un bene scegliendo se pagarlo in denaro buono (oro) o cattivo (moneta cartacea soggetta a inflazione) chiunque sceglierebbe di spendere la moneta cartacea e conservare l'oro. Su larga scala, questo spiega perché con il tempo e a cadenza regolare l'oro smette di circolare come moneta.

Per la stessa ragione e a tempo dovuto, la moneta cartacea in circolazione aumenterà esponenzialmente perché gli investitori vorranno comprare asset fisici: l'estrema conseguenza di questo processo sarà che la moneta cartacea avrà lo stesso valore della carta straccia.

La differenza è insomma sostanziale. Mentre una valuta che sparisce dalla circolazione muore per sempre, l'oro scompare solo temporaneamente e conserva il proprio valore a lungo termine.

Quando le circostanze lo richiedono, l'oro torna in circolazione. Accade da 4.000 anni.

La potenzialità dell'oro di moltiplicare il capitale#

È essenziale capire le cause di queste fasi, riconoscerle e agire di conseguenza. Possedere oro nel momento giusto significa avere un asset in grado di accrescere il proprio valore velocemente nel momento in cui gli altri asset, comprese le valute, lo perdono.

Possedere oro nel momento giusto può equivalere a importanti profitti. Nei cinque anni dopo la crisi del 1929, il valore d'acquisto degli investimenti in oro si moltiplicò di 17 volte. Negli anni '70, di 15 volte.

Fino al momento attuale del trend positivo dell'oro, e in una situazione economica che sembra essere ostile quanto quella degli anni '30 e '70, il prezzo dell'oro si è moltiplicato per 3, lasciando intendere che ci sono ancora ottime potenzialità di crescita.

I rischi#

Non bisogna però dimenticare che l'oro perse circa i sette ottavi del proprio valore tra il 1980 e il 2000, il periodo più favorevole per i business in crescita.

Una tale flessione del prezzo dimostra che un investitore intelligente non dovrebbe mai affezionarsi troppo al proprio oro. Anche se la situazione è ora particolarmente difficile, arriverà di certo il momento in cui le prospettive per i nuovi business saranno nuovamente interessanti, e la maggior parte delle persone non se ne accorgeranno, o non avranno abbastanza sangue freddo per sapere come muoversi.

Un investitore intelligente in quel momento venderà il proprio oro, per sfruttare a pieno il potere d'acquisto e investire in nuovi progetti di business, e poter partecipare nuovamente in una dinamica positiva di creazione di ricchezza.

Gli investitori che saranno in grado di farlo non avranno quindi conservato l'oro per ragioni fini a se stesse.

Comprare oro significa assumere una posizione di difesa che permetterà di investire in maniera attiva quando avverrà la ripresa. Non si tratta solo di ricavare un profitto, ma anche di rendere un servizio alla comunità, perché i capitali che non saranno stati protetti non saranno disponibili nel futuro come opportunità di investimento.

Conclusioni#

Per avere maggiori informazioni su come e perché investire in oro, è disponibile la nostra guida.

È anche possibile tenersi aggiornati per quanto riguarda il mercato dell'oro leggendo il nostro sito di analisi

 

Contatti

Email

Telefono

  • Regno Unito e estero: +44 (0)20 8600 0130
  • Numero gratuito dall'Italia: 800 977 505
  • Orari di apertura: dalle 9:00 alle 17:30 (ora italiana), dal lunedì al venerdì

Indirizzo

Galmarley Ltd T/A BullionVault
3 Shortlands (7th Floor)
Hammersmith
Londra, W6 8DA
Regno Unito